News
Comments 2

Paper Show: esiti del test su strada

Da qualche mese abbiamo in dotazione un sistema Paper Show* (fornitoci da Oxford), utilizzato non tanto in riunioni quanto durante attività di formazione, al posto della solita lavagna a fogli mobili. Certo ha sintetizzato benissimo  improbulus su: http://www.consumingexperience.com/2008/09/oxford-paper-show-digital-pen-review.html .

A potentially great tool for presentations, especially in business meetings, let down by occasional problems and inadequate instructions.

Ci vuole un po’ di fantasia e pazienza per installare e utilizzare la chiave (almeno con XP Home e con Vista), ma poi le caratteristiche si apprezzano e si fatica a rinunciarci. Il vantaggio fondamentale è che non richiede modifiche all’attrezzatura della sala dove ci si trova, si è indipendenti nell’utilizzare il sistema, qualunque sia il proiettore in dotazione.

In particolare serve a evitare di perdere il contatto con gli interlocutori: non si voltano nemmeno parzialmente le spalle per scrivere, si può stare anche seduti in mezzo all’aula e tenere sulle ginocchia il blocco (un po’ come faceva tanti anni fa De Bono con una tavoletta), i partecipanti vedranno sullo schermo ciò che si sta scrivendo e tracciando.

Non abbiamo utilizzato la funzione di note sul power point stampato, in quanto in questo caso già il programma fornisce funzioni di evidenziazione e penna a mano libera.

Ovviamente una buona alternativa consiste nell’utilizzo del touch screen del proprio notebook (o subnotebook o netbook, insomma quello che avete a disposizione)… ma non sempre si ha un touch screen a disposizione.

Qualcun altro utilizza Paper Show? Io “in natura” non l’ho ancora visto all’opera.

schema creato con Paper Show

schema creato con Paper Show

* Attenzione la visione dei filmati contenuti nel sito è riservata a un pubblico preparato: lo stile è quello delle televendite americane, qualcosa tipo chef Tony.

2 Comments

  1. Per un periodo ho usato il touchscreen del TabletPC: molto comodo soprattutto per il fatto di “portarsi via” gli appunti senza grande fatica e non dover preoccuparsi di avere sempre con se i pennarelli colorati ….

    Oggi sono tornato alla lavagna a fogli mobili per due motivi:

    1) è impareggiabile secondo me poter staccare i vari fogli e “tapezzare” l’aula
    2) è più facile e coinvolgente invitare i discenti a scrivere su una lavagna di carta.

  2. Pingback: Qualità dei materiali didattici: conta? « Bonucchi e associati srl

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...